25/05/17

Fuga dai Sistemi


In Italia non esiste l’obbligo scolastico ma solo l’obbligo di istruzione. Per questo motivo sempre più famiglie, invece di mandare il proprio figlio alle scuole pubbliche o private, preferiscono occuparsene personalmente, magari in accordo con altre famiglie della zona.

Questo tipo di educazione si chiama parentelare (homeschooling) ed è soggetta solo alla comunicazione del ‘piano di studi’ al dirigente scolastico di zona. Esistono esperienze interessanti in questo settore, che induce nei bambini serenità, rilassatezza, curiosità ed interesse, non esigendo prove di memoria costrittive e che non sonda la preparazione coatta con interrogazioni di tipo poliziesco.


Inoltre la mancata massificazione dei ragazzi sollecita un corretto rapporto con l’ambiente, lontano dai residui militareschi della scuola statale. Gli inizi, come sempre, non sono facili ma l’ennesima coercizione di massa (le vaccinazioni forzate) chiedono a gran voce un ripensamento generalizzato del rapporto tra istituzioni (sistemi) ed individui.

L’Italia è una Spa ed i suoi cittadini sono schedati con codici militari statunitensi e inseriti in un registro del commercio internazionale. Come fidarsi quindi dei suoi sistemi di educazione? Stesso discorso è possibile per la giustizia, per il settore sanitario e la farmacopea ufficiale (una delle principali cause di morte nel mondo occidentale!), etc. etc. …


Occorre, ora più che mai, immaginare e mettere in atto una fuga generalizzata dai sistemi in modo da preservare il più possibile la propria integrità psico/fisica, già pesantemente rimaneggiata dai veleni che respiriamo, che mangiamo e che ci vengono irradiati addosso a nostra insaputa.

Un gioco collettivo di immaginazione può essere alla base di un’organizzazione esistenziale libera, creativa ed indipendente. I sistemi delle nazioni sono trebbiatrici per la coercizione e raccolta delle anime, tentiamo di sfuggirgli, creando il nostro habitat ideale, frutto della nostra abilità creativa.

24/05/17

Se gli Attentati fossero Veri ...


Se gli attentati fossero veri, uno Stato (con la ‘S’ maiuscola) non potrebbe accettare la morte violenta di centinaia di suoi giovani cittadini, dovendo quindi agire immediatamente - 1) chiudendo le frontiere, una volta accertata la matrice religiosa ed allotria dei gesti violenti - 2) smantellando le reti fondamentaliste e le relative strutture religiose di supporto, anche quelle apparentemente pacifiche. Dopo queste misure di emergenza, uno Stato dovrebbe sfavorire con ogni mezzo l’insediamento di individui provenienti da zone del pianeta pericolose e comunque su cui insistono religioni o gruppi religiosi contigui a quelli degli improbabili ed inesistenti martiri suicidi.


Ma gli attentati non sono veri, sono solo finzioni televisive per cui le frontiere restano aperte, l’aggregazione religiosa islamica è in rapidissimo aumento ed incoraggiata (soprattutto nell'ex Regno Unito), l’immigrazione è apertamente supportata dai governi e dalle loro ramificazioni satanico/massoniche (ong, chiesa di Roma, onlus, etc. etc. …) ed infine si inneggia all’integrazione (inesistente) di personaggi che di integrazione (giustamente) non ne vogliono sapere nulla! 

Probabilmente, ci sarà nel prossimo futuro una specie di legge marziale ma per controllare i cittadini europei per bene ed inermi, non certo i possibili quanto improbabili attentatori!


Si tratta in realtà di una narrazione (quella dell’uomo cattivo, barbuto fondamentalista) che serve al regime attuale per rimescolare le razze, tenendole però nel frattempo in aperta divisione e lotta tra di loro. Divide et Impera. La deportazione di milioni di individui senza arte né parte dal continente africano e dal medio oriente in Europa sta li a dimostrare che il pericolo non viene né dalle religioni né dagli esseri umani ma da quella cupola occulta che impone i suoi diktat al mondo intero, agendo indisturbata.

Questa cupola è molto attenta alla genetica, alle energie sottili, alla loro predazione. Il resto poco gli importa. L’elemento fondamentale però per permettere il suo rapace agire notturno è la deficienza mentale della popolazione umana. Obiettivo raggiunto, direi.

Il sacrificio dell’uomo bianco è accettabile, permesso, inevitabile. Gli Stati sono amareggiati ma lo considerano un male inevitabile per far si che la popolazione europea del prossimo futuro sia un miscuglio deleterio di gente incazzata e violenta, un’insieme di sponde etniche in guerra fra di loro sopra le quali aleggeranno i manipolatori, i predatori, gli avvelenatori, sereni ed indisturbati.

23/05/17

Crisis Actors a Manchester, guarda caso

Authorities Rehearsed Attack Weeks Before

Nuovi Attori per vecchie Sceneggiature


Ad un mese dalle elezioni politiche/farsa nel Regno Unito, ecco l’ennesimo falso attentato in un concerto pop. Se c’è un luogo ove non è necessario (ad occhi di un fondamentalista che desidera distruggere gli emblemi di una civiltà) apportare danni è proprio in un concertone pop. Ci ha già pensato il marketing, la musica assordante e dissonante, le droghe chimiche, le luci intermittenti, l’idiozia dei testi e la massificazione dei comportamenti. Perché mai dunque insistere ed aggiungere danno al danno?


Ciò premesso, la coreografia è sempre la stessa: nuovi crisis actors maldestri (aridàtece quelli de prima! – a cui peraltro eravamo già abituati -), ambulanze ferme e vuote, gendarmi indaffarati ad inseguire il nulla, stanchi cordoni di polizia, media accondiscendenti e cronisti ebetoidi, ove non direttamente collusi, sangue finto cinematografico a iosa, bendaggi improbabili, sguardi avvilenti. Probabilmente, nei giorni seguenti, compariranno le fotografie delle presunte vittime e dei feriti, debitamente ritoccate ed oscurate.


Nel mentre si consumano (quelli si, veri!) lo scempio dei cieli, la predazione delle anime e l’irradiazione delle coscienze, riflettiamo; una distrazione, ogni tanto, ci vuole.

22/05/17

Vaccinati e Non Vaccinati, quali differenze?


Le vaccinazioni pediatriche sono essenzialmente una colossale frode. La loro efficacia come profilassi è tutta da dimostrare mentre è dimostrato come siano molto pericolose per la salute umana. Nella loro composizione ufficiale emergono potenti componenti neurotossici mentre nelle analisi fatte in modo indipendente, sono stati riscontrati metalli pesanti e addirittura leghe metalliche (sottoforma di nanoparticelle) anch’esse altamente neurotossiche.

L’inoculazione forzata prevista dal governo italiano procurerebbe una cinquantina di iniezioni di sostanze pericolose a breve ed a lungo termine. I bambini vaccinati, rispetto ai non vaccinati, hanno maggiore predisposizione a contrarre infezioni croniche, allergie ed a evidenziare disturbi neurologici.


Spero che questo rigurgito dittatoriale dell’imposizione coatta del protocollo venefico/vaccinale sia il punto di partenza per tanti genitori e nuclei familiari di chiedersi quale sia il reale intento dei governi, chi sia a comandare veramente in un sistema stato e di indagare maggiormente sulle tante prerogative di uno stato contemporaneo e quali siano i suoi reali interessi ed obiettivi: ne scopriranno delle belle!

Già che ci sono, potrebbero indagare sulla truffa dell’emissione privata della moneta oppure sulla consistenza giuridica del loro sistema stato che credevano indipendente e frutto della sua gloriosa storia popolare. Alzando inoltre gli occhi al cielo potrebbero osservare la mostruosità di un cielo completamente artefatto perché dilaniato da tonnellate di materiale neurotossico in sospensione oppure chiedersi il perché delle tante politiche sociali andate in fumo. Buon lavoro.

20/05/17

Vaccini Forzati: le voci contrarie

 LA MINISTRA LORENZIN (DIPLOMA DI MATURITA' CLASSICA)

Questo osceno nugolo di servi delle banche e delle corporation, insediatosi illegittimamente perché senza consenso popolare ai vertici della ‘Republic of Italy spa’ - ossia il recinto legale entro il quale conduciamo le nostre esistenze terrene – vuole imporre ai genitori italiani di trasformarsi in kapò per consegnare i propri pargoli nelle grinfie di un sedicente protocollo sanitario di prevenzione di massa che comporta l’iniezione di numerosi elementi neurotossici e virali in corpicini di esseri umani inconsapevoli.

Le pene previste per la defezione dall’infausto protocollo vanno dall’interdizione all’accesso al sistema educativo nazionale, alle multe sino alla perdita della potestà dei genitori: la definitiva consegna dell’essere umano inconsapevole nelle grinfie di quella melassa dittatoriale denominata stato, la stessa istituzione che ci avvelena dal cielo da decenni e che ci inonda di radioonde notte e giorno.

Spero che le masse popolari insorgano e si metta fine ad una esperienza di governo sostanzialmente inutile. Data la presenza infatti della perniciosa Europa e delle banche e corporation - che detengono di fatto la proprietà del paese - a cosa serve un governicchio nazionale? Per fortuna esistono le menti raziocinanti e contrarie:


tratto da Il fatto quotidiano - “Siamo ormai al delirio sanitario: il Parlamento intervenga”. A sentir parlare di Tribunale dei minori quasi trasecola il direttore generale del Moige, l’organizzazione che da 19 anni si occupa di protezione e sicurezza dei bambini all’interno della famiglia, con quasi 50mila genitori aderenti. Parla del decreto approvato venerdì in Consiglio dei Ministri che introduce da settembre l’obbligatorietà di 12 vaccini per l’età scolare (0-16 anni) che oltre a sanzioni salatissime contempla la più estrema: la sospensione della patria potestà. Il decreto prevede che il genitore inottemperante venga segnalato dall’ASL al Tribunale, laddove richiami e multe fino a 7.500 euro non bastassero.

Pugno fermo e mano pesante è la linea, anche se il premier Gentiloni in persona ha più volte ribadito che “non c’è uno stato di emergenza ma una preoccupazione alla quale il governo intende rispondere”. La risposta però non piace affatto all’associazione dei genitori già critica sull’obbligatorietà dei vaccini.

E’ ormai sera quando Ilfattoquotidiano.it raggiunge il segretario generale Antonio Affinita e davanti alla notizia della patria potestà minacciata sbotta così: “La misura è colma, siamo al delirio sanitario. Il governo si mette contro 16 milioni di famiglie e la ministra Lorenzin, che mai le ha coinvolte a un tavolo per parlare di queste cose, agita lo spettro di multe superiori a quelle riservate a chi vende alcolici o tabacchi ai minori. E adesso perfino la patria potestà sui figli. Incredibile”. Ma purtroppo vero.

19/05/17

Ecco il Decreto per i Vaccini Forzati!


Come era prevedibile, la demenziale querelle sulle vaccinazioni forzate si è intrufolata in un decreto del consiglio dei ministri. Con un paese da governare che va a rotoli, la stretta vaccinatoria appare ridicola ed ignobile, quasi una presa in giro. Hanno mietuto più vittime la crisi finanziaria indotta (quanti suicidi ci nascondono?) o l’inquinamento intenzionale (e non) che i virus. Di che stiamo parlando? Uno stato che si preoccupa della salute dei suoi sudditi è impensabile se non dietro tornaconto e, come ho già scritto, a mio parere il tornaconto questa volta è da ricercarsi a livello eterico. Sia come sia, pur di iniettare veleni neurotossici agli infanti italiani le provano tutte. Inutile dire come questa disposizione sia inaccettabile ed illegale, contraria ai più basilari diritti dell'uomo. Che dire infine dei milioni di deportati africani? Sono stati vaccinati? Le vaccinazioni verranno estese anche a loro oppure sono solo per l’uomo bianco? La notizia:
  

adnkronos - Vaccini, via libera a decreto su obbligo a scuola

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto che introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge 'Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale', proposto dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. "L'evasione dell'obbligo dei vaccini comporterà l'impossibilità di iscriversi al sistema 0-6 che precede la scuola dell'obbligo e per partecipare alla scuola dell'obbligo la mancanza di documentazione produrrà sanzioni che sono dalle 10 alle 30 volte maggiori di quelle esistenti", ha detto il premier Paolo Gentiloni sottolineando: "Non si tratta di emergenza ma di una preoccupazione alla quale intendiamo rispondere". (…)



Dopo aver ringraziato le ministre Lorenzin e Fedeli e la sottosegretaria Boschi "che hanno lavorato per la definizione di un decreto che penso sia una scelta importante che qualifica l'attività di governo nel campo della protezione della salute", il premier ha detto che "l'obiettivo è di evitare che le difficoltà si trasformino in vere emergenze sanitarie". "Ci troviamo di fronte alla constatazione del fatto che nel corso degli anni la mancanza di misure appropriate e il diffondersi anche di comportamenti e teorie antiscientifiche hanno provocato un abbassamento dei livelli di protezione dal punto di vista dei vaccini", ha spiegato Gentiloni illustrando le ragioni che hanno portato al decreto.

Vaccinazioni forzate: la Svezia dice NO!


La grande e civile Svezia, nonostante i clamorosi attacchi che ha ricevuto nella sua recente storia (finti attacchi terroristici, immigrazione selvaggia, stupri razziali, etc. etc. …) ha dimostrato di essere sempre attenta ai diritti inalienabili dei suoi cittadini. Contro 7 mozioni che volevano imporre l’obbligatorietà vaccinale, una decisione parlamentare le ha rigettate tutte, dicendo NO alle vaccinazioni forzate, per rispettare il diritto di scelta dell’essere umano e la sua integrità psico-fisica.

La nostra carretta di stato denominata Italia invece, oltre a navigare alla deriva, desidera imporre le vaccinazioni pediatriche in modo ignobilmente coercitivo. E’ ora di disconoscere questa imposizione militare/finanziaria privata chiamata ‘Republic of Italy spa’, dichiarandoci tutti sovrani di noi stessi e rigettando in massa le abominevoli e perniciose vaccinazioni compulsive imposte.

LINK 1  -  LINK2

Republic of Italy Spa



Dall’acquisizione delle informazioni contenute nei video precedenti, possiamo trarre alcune conclusioni e porci alcuni interrogativi.

1)     La Repubblica italiana è una Società per Azioni di proprietà di alcune corporation e gestita dal ministero della difesa statunitense. Non si tratta quindi di una Nazione costituitasi nella Storia dal suo proprio popolo ma di un mero soggetto giuridico in mano a terzi.
2)     Ogni essere umano, che nasce nel suolo italico, sottoscrive con il suo certificato di nascita (e quindi a sua insaputa) un contratto in cui viene considerato come datore di imposta (proprietà) nei confronti di quella Spa denominata Republic of Italy.
3)     In contrasto integrale con l’articolo 1 della Costituzione, la sovranità appartiene alle corporation, alle banche ed ai militari statunitensi e non al popolo.
4)     Ci hanno raccontato a scuola e ci continuano a raccontare (grazie alla solerte opera di propaganda dei media di regime) una narrazione della realtà che non corrisponde al vero.
5)     Dall’emanazione del codice di Hammurabi, le leggi sono appannaggio dei tiranni, usurpatori di popoli e territori. L’entrata in vigore della bolla papale ‘Unam Sanctam Ecclesiam’, mai sconfessata, considera gli esseri umani alla mercé del tiranno di turno, investito dal Papa, perché discendenti da Noè e quindi giuridicamente ‘dispersi in mare’ senza diritti né proprietà.
  
Ci domandiamo quindi, ma gli interrogativi sono molti di più:

a)      Com’è possibile accettare un sistema giuridico che è alle dipendenze di una società privata?
b)     In base a quale principio dobbiamo sottostare ai diktat sociali e finanziari coercitivi di una corporation?
c)      Per quale motivo ogni essere umano, nato sull’ex suolo patrio, viene considerato di proprietà di una corporation privata e schedato con codici militari, commerciali e bancari?
d)     Per quale minchia di motivo, ad esempio, dobbiamo far vaccinare i nostri bimbi se ad  imporci tale cosiddetta pratica di prevenzione è una cazzo di società per azioni?