20/01/15

Programmazione e Predizione degli Eventi



 
 
Dal corposo libro di Gioele MagaldiMassoni, Società a Responsabilità Limitata’, emerge un aspetto inatteso sul motivo per cui dall’industria dell’intrattenimento vengano inseriti elementi predittivi e disvelanti delle strategie occulte di gestione degli eventi.

Sino ad oggi potevamo disporre di TRE spiegazioni differenti, premettendo che l’industria dell’intrattenimento (composta da: cinema, televisione, radio, carta stampata e web) è saldamente nello ‘loro’ mani.

Prima Ipotesi: Il disvelamento predittivo, seppur in forma codificata, serve ad enfatizzarne il contenuto e predisporre il pubblico ad inserire la simbolicità dell’evento futuro in un contesto già 'predisposto' all’uso onde consentire una migliore influenza psicologica di massa desiderata.

Seconda Ipotesi: Con l’inserimento anticipato dei contenuti simbolici dell’evento futuro, si amplifica l’azione delle eggregore, predisposte al buon funzionamento dell’evento. Si tratterebbe quindi di un’operazione di magia nera (evocativa ed invocativa) necessaria a far si che l’evento futuro si manifesti esattamente secondo i desiderata degli ‘oscurati’.

Terza Ipotesi: la pianificazione dell’evento futuro deve essere divulgata al resto dell’elite occulta, seppur in forma codificata, onde assolvere al compito fraterno massonico di protezione dell’iniziato. Ogni esoterista nel globo, non profano, possedendo gli strumenti linguistici per l’interpretazione simbolica di immagini e simboli alfanumerici, sarà in grado di leggere le segnalazioni, comprenderle e quindi agire di conseguenza.

A queste tre spiegazioni ‘classiche’, l’intervista finale del libro di Magaldi citato, ne aggiunge una QUARTA IPOTESI: la possibilità di comunicare tramite l’industria dell’intrattenimento, è stata accantonata e relegata dalle logge reazionarie vincenti alla gestione delle logge perdenti, quelle cioè sedicenti progressiste, che in questo momento storico appaiono perdenti ed in netta minoranza.

Si tratterebbe così di una specie di ‘contentino’ lasciato ai perdenti: la rappresentazione della realtà, mentre i vincenti si occuperebbero direttamente della gestione della realtà.

Nel libro poi si citano alcuni celebri film non solo predittivi ma anche disvelanti le procedure di controllo e gestione sintetica ed artificiale di ogni aspetto della nostra ‘libera’ esistenza. Tali pellicole sono:

-           Truman Show - La trilogia di MATRIX – Eyes Wide Shut – il Signore degli Anelli – la saga di Harry Potter – Cloud Atlas – etc. … etc. …

Queste opere cinematografiche, assieme a tante altre, rappresenterebbero così il mezzo con cui si esprimono le correnti perdenti della massoneria gestionale di alto bordo, che tenta così di intralciare oppure sminuire le operazioni stregonesche e nazisteggianti delle logge oggi vincenti. Quale ipotesi vi sembra più verosimile?

Concludo osservando che, spesso, la comunicazione esoterica e codificata (presente in ogni dove!) si diffonde in ambiti diversi con finalità diverse nello stesso istante. Si tratta cioè di una forma comunicativa multiruolo dall’aspetto ‘stratificato’. Tale forma comunicativa è essenzialmente composta da archetipi che interagiscono tra di loro portando ad interpretazioni e possibilità di lettura multipla. Potrebbero quindi essere realistiche tutte e quattro le ipotesi sopra citate. Buona lettura: QUI.
 

9 commenti:

  1. interessantissimo articolo.
    Ma mi domando se il libro stesso del Magaldi succitato non abbia pero' una finalità simile a quelle indicate nelle varie ipotesi.
    Ciò che mi lascia perplesso è il fioccare di libri (magari non è questo il caso) sui piu' disparati aspetti e livelli massonici/sette segrete (vedi i vari Estulin & C.) pubblicati spesso e volentieri da editori di potere... la mia domanda parte dal presupposto per cui se effettivamente i media sono in mano ad una, chiamiamola cosi', elite massonica che è la stessa che manipola e controlla la nostra realtà, sarebbe mai possibile che questa permetta ed anzi finanzi la pubblicazione di testi che ne disvelano i segreti? o forse al di sopra ancora dell'elite massonica c'è un ulteriore sovrapotere che resta occulto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il potere degli Arconti che controllano i G. che controllano le logge che controllano il pianeta... o no?

      Elimina
    2. Grazie Varg, in effetti occorre sempre diffidare di tutto ciò che deriva da un ambiente come quello massonico. Resta però il fatto sorprendente della predizione degli eventi nei media alla quale dobbiamo tentare di dare un 'senso', sempre che ce l'abbia. Potrebbe infatti essere il nonsenso la QUINTA IPOTESI, no? Dobbiamo poi ricordare che il linguaggio usato è criptico e codificato per cui rivolto ad un pubblico iniziato. Ciao e grazie

      Elimina
    3. Grazie a Voi delle risposte...
      @Zret: Perdoni la mia scarsa conoscenza dell'argomento, ma quindi sopra le logge si puo' già parlare già di influenza ultraterrena? per G. lei intende...?
      @Ghigo Battaglia: concordo che il linguaggio usato è criptico, ma mi sembra che questo valga perlopiu' nell'industria cinematografica... sul cartaceo invece ormai i libri di cui parliamo sono arricchiti con dovizia di nomi e luoghi e quindi, mi domando, se chi sta "sopra" è realmente intoccabile, cosa leggere dietro questi libri/denuncia? forse una autocelebrazione? forse un depistaggio verso "vittime" sacrificabili? forse che chi tira i fili Non è tra i nominati nè se ne puo' assolutamente parlare ?

      Elimina
  2. Non mi soffermo sul libro di Magaldi di cui devo completare la lettura, ma vorrei evidenziarne l'asse portante, ossia la concezione dualistica che si esplica nelle guerre tra i Cattivi ed i "Buoni". Orbene, ammesso e non concesso che esista tale dialettica-scontro, è palese che i "Buoni" perdono quasi sempre e sono destinati a perdere. Testi come questi sono utili per alimentare speranze (illusioni) - ancora più fallace e compensatorio è Carotenuto con la sua Fratellanza bianca tanto influente da lasciar precipitare tutto. Siamo sinceri: gli oppositori del sistema esistono, ma di solito non sono in alto loco e, se li radunassimo tutti, starebbero comodamente in un salotto.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono assolutamente d'accordo Zret, di queste fratellanze benevole se ne parla tanto ma il loro operato è davvero, quello si, invisibile! Tutto comunque è funzionale al sistema, come le finte opposizioni politiche alla 'FiveStar' o Leghe di ... ghisa stanno a dimostrare. E' grazie alla contrapposizione del duale (J&B) che la piramide si regge, no? Ciao

      Elimina
  3. Molto istruttiva la recensione di tale Astore, impregnata di negazionismo. L'imbrattacarte cita anche il principe del negazionismo, Eco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi ti riferisci? Ad un capitolo del libro?

      Elimina
    2. All''autore di una recensione.

      Ciao

      Elimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG