27/02/15

Le Prove della Menzogna e del Complotto


 
 
Le Prove della Menzogna e del Complotto

Franco di Mare ha sparato a zero sui cosiddetti ‘complottisti’. Dal grande megafono di mamma RAI è facile dirle grosse, soprattutto se sei senza contraddittorio. Eppure il minuto Franco non sa che le prove dei complotti ci sono eccome.

Il suo intervento poi, più di una prova giornalistica, aveva il sapore amarissimo del sermone o dell'omelia di un prelato. Solo Santa RAI1 infatti detiene la verità e solo un suo funzionario accettato e riconosciuto (con tanto di Imprimatur) può profferirla, tutto il resto è menzogna, anomalia, peccato. Occorre mettere in guardia il gregge (utenti) dai pericoli del maligno (il 'complottista') che si annida dove meno te l'aspetti, come dimostrato dal resoconto biblico del serpente nell'Eden. Ed allora? Vade Retro!      

Una di quelle prove, tra le tante:

L’Iraq è stato bombardato e distrutto perché si era certi che Saddam Hussein avesse le temutissime ‘Armi di Distruzione di Massa’. Ebbene di tali armi non se ne è trovata traccia! Eppure nientemeno che il Ministro della Difesa degli Stati Uniti (l’ufficialità per eccellenza), Colin Powell, aveva giurato di fronte all’assemblea unita dell’ONU che il leader iracheno possedeva tali armi, sventolando la celebre ‘boccettina’ con l’arma chimica e mostrando addirittura le foto e gli schemi costruttivi dei sinistri laboratori semoventi (ed inesistenti) adatti alla loro fabbricazione. Si vociferava addirittura della frenetica attività di un improbabile ‘Alì il Chimico’, un oscuro esperto in grado di confezionarle, che neanche agli autori di Paperinik sarebbe venuto in mente.

Eppure:

Quella menzogna costò soltanto la vita di un paio di milioni di esseri umani inermi (donne, vecchi e bambini soprattutto) ma cosa importa? Meglio non approfondire. Meglio guadagnarsi la paghetta e non dire nulla che possa impensierire i capi dei Media di Regime ed i vertici israelo-statunitensi (… rettiliani/insettoidi?). Potrebbe venirgli il sospetto che esista ed operi un ‘divergente’, un insorgente, un antisemita … ed allora sarebbero cavoli davvero amari.

Probabilmente il 'divergente' verrebbe cacciato con disonore dal cerchio magico ed elitario del giornalismo ufficiale.

Ed allora? ... meglio allinearsi. Meglio vivere tranquilli e beati nel ventre molle di Mamma RAI. Meglio riportare le notizie d'agenzia senza verifiche di sorta. A proposito, com'è mai che la RAI ha in attivo migliaia di giornalisti e poi si compra le notizie generate da poche centinaia di operatori dell'ANSA?

Comunque qualche notizia utile in fondo ed in modo indiretto il Di Mare l’ha data: praticamente quasi tutto ciò che ha confutato in modo goffo e sprezzante è invece vero.

Grazie Franchino, continua così ed addio: chi ti guarda più? A proposito, quant’è che prendi al mese dallo Stato italiano per offrire il tuo preziosissimo servigio? Solo per curiosità. 
 
Ed infine: non ricordi le potentissime truppe di Saddam che si arresero ad una temibilissima troupe della tua RAI TV armata di telecamera? Non ti fece pensare a nulla quell'evento? No? 

Un paio di link per cambiare idea sui tuoi amici, non si sa mai:
 
 

2 commenti:

  1. Un... Mare di menzogne.

    Ciao

    RispondiElimina
  2. Proprio così! Hai avuto modo di vedere il suo 'sermone'? Un pessimo esempio di servizio pubblico. Un ottimo esempio di disinformazione e propaganda. Ciao

    RispondiElimina

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG