02/03/15

Lo Schianto del Volo TransAsia 235 è un Falso?


  
Tutti i media di regime (televisioni, giornali, radio ed agenzie di stampa) hanno mandato in onda la notizia di uno schianto di un aereo della TransAsia, avvenuto il 4 di Febbraio scorso. Ebbene tale notizia, o meglio il video diffuso in tutto il mondo dell'evento, è (con ogni probabilità) un falso. Com’è possibile osservare nel video qui sopra, il cortometraggio pubblicato non sarebbe altro che il frutto di un videomontaggio, tra l’altro mal eseguito.

Occorre ricordare anche che c'è chi giustifica tali evidenti anomalie presenti nel video, con la distorsione propria dei sistemi di compressione digitale dei dati nelle riprese video - QUI.
 
(Per farsene un'idea, è possibile osservare un video 'ufficiale' dell'evento, a buona risoluzione: QUI)
 
Si può chiaramente osservare come il presunto aereo 'passi' attraverso due lampioni ai lati della strada ed anche attraverso alcuni segnali stradali 'a ponte' come avviene nei montaggi mal eseguiti di elementi diversi (ripresa dell'autostrada ed aereo) nei programmi di modellazione tridimensionale assistita, senza che tali elementi cadano a terra.

Stranamente la CNN, ben nota per confezionare falsi, ha analizzato un video che sembra differente da quello riportato da altri canali televisivi: QUI. Nel video della CNN (con inopportune mascherine che oscurano i particolari improbabili) le eliche dei motori dell'aereo sono ferme mentre il punto d'impatto con il cavalcavia autostradale sembra diverso.

Anomalie:   

Se l'effetto di 'attraversamento' fosse imputabile alla sola compressione dei dati digitali, i lampioni ed il cartello stradale 'a ponte' sarebbero comunque dovuti crollare a terra, in quanto presenti nella traiettoria di caduta dell'aeromobile, cosa invece non avvenuta.
Inoltre, l'ala dell'aeromobile impatta la carreggiata in modo evidente. Se lo schianto fosse realmente avvenuto così come appare, si sarebbe dovuto osservare un deciso squarcio nella sede stradale e nel guardrail al suo fianco, invece inesistenti.
Ciò concorda con la percezione mendace dei cosiddetti 'aerei di burro' che si disintegrano ad ogni impatto senza lasciare traccia. Si veda al proposito questa ricostruzione QUI. Altro aspetto che non torna è la dinamica.

Seguendo la traiettoria dell'aereo, infine, si ha l'impressione che debba cadere molto prima del cavalcavia. L'aeromobile invece continua la sua corsa come sospinto in avanti da una forza ulteriore e ciò sarebbe plausibile solo se avesse ancora la spinta dei motori che invece appaiono con le pale delle eliche ben ferme.      

Si tratterebbe quindi di un falso mal confezionato con le tecniche di editing proprie della produzione cinematografica o della grafica 3D avanzata, probabilmente le stesse utilizzate nei falsi attentati dell’11 Settembre 2001 a New York.

Anche l’improbabile Wikipedia riporta la notizia, data per certa senza procedere agli adeguati ed ormai necessari vagli critici.

Perché avrebbero confezionato tale goffo falso? Mistero. Probabilmente occorreva quel tipo di notizia a quell’ora in quel giorno, oppure si è costruito un video falso sopra un fatto invece parzialmente vero ... questo falso, infine, è legato in qualche modo alle misteriose sparizioni di aerei in quella zona dell'estremo oriente?
 
Possibili Conclusioni:

Nulla di ciò che ci viene propinato dai media è vero.

Il giornalismo ufficiale altro non è che panzane e finzione.

Il sistema di diffusione delle menzogne è ben organizzato, pervasivo e completo.

La cosiddetta realtà è ormai un vero e proprio ologramma: altro che Matrix!

Buon oblio a tutti.
 

Nessun commento:

Posta un commento

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG