03/07/17

Insurrezione


insurrezióne s. f. [dal lat. tardo insurrectio -onis, der. di insurgĕre «insorgere»]. – 1. Movimento collettivo di ribellione, in genere violenta, contro un’autorità; in partic., sollevazione in armi (i. armata) di un’intera popolazione o parte di essa contro i poteri dello stato.

pacìfico 1 agg. (ant. pacéfico) [dal lat. pacifĭcus, comp. di pax pacis «pace» e -ficus «-fico»] (pl. m. -ci). – 1. Che ama la pace, che rifugge da atti di forza, di sopraffazione, di guerra: un paese p.; una nazione p.; un popolo p.; che si propone di non ricorrere ad azioni violente: una manifestazione p.; un corteo p.; una forma di protesta civile.

L’art. 5 della Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino del 1793 afferma quanto segue: “Quando il governo viola i diritti del popolo, l’insurrezione è, per il popolo e per ciascuna porzione di esso, il più sacro dei diritti e il più indispensabile dei doveri”. Anche l’art. 7, comma 3, della Costituzione portoghese del 1976 riconosce il diritto dei popoli all’autodeterminazione e all’indipendenza e allo sviluppo, nonché quello all’insurrezione contro ogni forma di oppressione. Nei patti internazionali sui diritti umani non si parla di insurrezione, ma di autodeterminazione, infatti ai sensi dell’art. 1 comune ai due Patti (quello sui diritti civili e politici e quello sui diritti sociali, economici e culturali), primo comma, si afferma che tutti i popoli hanno diritto a disporre di sé stessi e che in virtù di tale diritto essi determinano liberamente il proprio sviluppo economico, sociale e culturale. Il diritto internazionale generale, dal canto suo, non è contrario alle rivoluzioni, sempre che i nuovi ordinamenti siano contraddistinti dal requisito dell’effettività.

Anche al di là di queste ed altre codificazioni esplicite, occorre ritenere  che il diritto all’insurrezione costituisca espressione di un principio generale del diritto. Esso veglia al rispetto degli ordinamenti costituzionali che a loro volta affermano e custodiscono i diritti del popolo. (Fabio Marcelli)

Nessun commento:

Posta un commento

I COMMENTI RIPETITIVI, O VOLGARI VENGONO RIMOSSI A DISCREZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DEL BLOG